Nero come…

… il cioccolato extra-fondente. Lo so che tecnicamente è marrone scuro, ma nella mia mente lo considero nero, tanto per distinguerlo da un “normale” cioccolato.

chocolate.gif
Da quando sono oltremanica mi è stato difficile, se non addirittura impossibile, trovare dei sapori che mi rimandano a dei ricordi – piacevoli o no – dei 26 anni che ho alle spalle. Ma l’altro giorno è successo. Un pezzettino di cioccolato extra fondente che ha aperto una finestra nella mia mente e sono affluiti dei ricordi. In stile “madeleine” di Proust.
Rivedo mia sorella in cucina che impasta il suo dolce preferito e io che approfitto delle sue distrazioni per “assaggiare” l’impasto. Quel dolce che doveva rimanere per troppo tempo in frigo. E poi noi 5 a tavola, dopo cena, che mangiamo una fettina dopo l’altra e continuiamo a dirci: “questa è l’ultima!” E poi ridiamo tutti insieme. E ora, con una lacrima pronta a cadere, mi rendo conto che avremmo dovuto farlo più spesso.
Dolci ricordi, scusate la banalità… E dire che quando ero piccina il cioccolato fondente proprio non mi piaceva. Era troppo amaro e mi faceva strizzare gli occhi. E oggi lo considero una perla di purezza culinaria. E’ facile trovare deliziosi cioccolati di ogni tipo, per tutti i gusti e fantasie. Ma il fondente… 85% di cacao… Quel pezzettino di cioccolato nero ha davvero colorato il mio sabato pomeriggio.
Tanto più perchè mi è stato offerto da una persona che ha dimostrato di conoscermi più di quanto io mi aspettassi. E così ora, grazie all’effetto madeleine, al cioccolato fondente associo dei bei ricordi nuovi di zecca e sarà ancora più difficile guarire…

Annunci

10 pensieri riguardo “Nero come…”

  1. Buon giorno Michela!
    Non faccio una torta da un sacco di tempo… prima il forno che non va, ora non ho gli attrezzi del mestiere e la pigrizia incombe sempre più spesso. Ma rimedierò. Non fosse altro che per mangiare l’impasto che rimane nella terrina!

    Mi piace

  2. Ciao Andy!!! Sono onorata di ricevere un tuo commento! In fondo è un po’ “colpa” tua se ho iniziato sto blog… 🙂
    Il fondente (di una nota marca che inizia con “L” e finisce con “indt”) me l’ha portato McDreamy, una finezza che mi ha piacevolmente stupito.
    Non preoccuparti per me, andrà tutto bene. Non so quando, ma ne sono certa.
    Un abbraccio!

    Mi piace

  3. Hey Roz! Prometto che ti rispondo (giovedi’e venerdi’sono in ferie)… ma tu non farmi preoccupare, eh, senno’torno li; e ti porto per negozi fino a quando non ti trasformo 🙂
    Un abbraccio e a presto!

    PS: ma DOVE hai trovato il fondente?????

    Mi piace

  4. In che modo funzionano i motori magnetici?

    da http://domenico-schietti.blogspot.com/

    Come tu ben saprai la calamita ha una forza.

    Se alla calamita attacchi un pezzo di metallo, rimane appeso, una piccola calamita ha energia sufficiente per reggere un pezzo di metallo.

    Una calamita permanente mantiene questa forza per lungo periodo, è in grado di reggere questo metallo per tantissimi anni.

    Se aumenti il numero delle calamite aumenta la forza.

    Con dei trucchi è possibili creare dei motori a calamite permanenti, o magnetici.

    Si possono creare elettromagneti permanenti con le pile Zamboni, o con motori omopolari.

    I magneti permanenti invece sono in genere dei metalli pesanti e vanno schermati per evitare radiazioni.

    Sconsigliamo motori a magneti permanenti a bassa radioattività di grosse dimensioni finchè non ci saranno studi particolareggiati sui possibili effetti collaterali.

    In questo video uno dei motori magnetici che va per la maggiore, il Perendev and Bedini motors

    Con un Perendev and Bedini motors la Serpentina sarebbe perfetta, funzionerebbe gratis e fornirebbe energia gratuita per anni e anni.

    Mi piace

  5. Interessante Mr Schietti, o chiunque lei sia. Ma se ho voglia di leggere queste cose me le vado a cercare da sola. Non mi sembra corretto “invadere” questo spazio, sia nei miei confronti, sia nei confronti di chi è approdato qui per leggere del cioccolato fondente.
    Rispetti il mio spazio, come io rispetto il suo. Grazie

    Mi piace

  6. 22) Potresti perfavore ripetermi il trattamento che riceve l’acqua rigenerata con la Ser,pentina?

    da http://www.liberaassociazioneilpopolo.it/

    Prima viene filtrata con uno straccettino a trama molto fine (osmosi), poi viene bollita per ottenere vapore (evaporazione), il vapore viene condensato con le cel,le di pel,tier o con un normale impianto di deumidificazione (condensazione), l’acqua ottenuta viene lasciata riposare in un contenitore al buio con sassi di sorgente famosa per l’acqua buona (mineralizzazione), ozonizzata contro possibili infiltrazioni batteriche (sterilizzazione), mossa con zampilli (vitalizzazione), e quindi finalmente bevuta od utilizzata per altri scopi.

    23) Alcuni studi affermano che l’acqua conservi memoria dei suoi stati precedenti, cosa consigli di fare in caso di acque particolarmente sporche?

    Non consiglio di utilizzare acque particolarmente sporche, in ogni caso, al massimo, ripetete due o tre volte il processo completo di rigenerazione dell’acqua, e sterilizzazione dell’impianto con acqua ozonizzata, fino ad ottenere tutta la tranquillità psicologica per bere senza problemi tutta l’acqua che volete nella maniera che preferite.

    24) Sono infermiera in un piccolo presidio medico in Angola. Che vantaggi ha una Serpe,ntina rispetto ad un pozzo?

    Un pozzo ti costa da 20 mila fino a 200 mila euro. Inoltre se qualche nemico dell’umanità volesse impossessarsene, o rompere delle componenti meccaniche, o peggio ancora infettarlo, il danno sarebbe irrimediabile.

    Il pozzo è un rischio che le economie povere non si possono più permettere.

    La Serpen,tina, o un normale deumidificatore in grado di produrre 30 litri di acqua di condensa atmosferica al giorno, ti costa circa 500 euro.

    Con una Serpen,tina puoi rigenerare fino a 5.000 litri di acqua al giorno al costo di un euro di corrente.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...