Chi trova un amico…

Bella giornata ieri.
Qualche birra e qualche chiacchiera “leggera”. Seduti sulla terrazza al sole.
Guance rosse. Capelli spettinati.
La lingua si scioglie come per magia e parlo con un interessante sconosciuto tatuato.
Poi iniziano i giochi con il giullare che mi prende per mano e mi regala una splendida serata.
“I need a friend”, ho detto. Ed è così che è andata.
Non ho trovato risposte, non ho fatto nuove domande. Ho vissuto il momento con una naturalezza che non padroneggiavo da tempo.
E si è parlato delle stelle, di sceneggiature da scrivere, di nuova musica da ascoltare. Sempre tenendoci per mano. Vicini e sinceri come non lo siamo mai stati.
Hat party. Cappello nero per me, sombrero verde per lui.
E quando sono crollata sul divano, come un gentiluomo che chiede a una lady di ballare, mi ha offerto di nuovo la sua mano e mi ha accompagnato a letto.
Dormire vicini senza tensione, senza equivoci.
Stamattina un abbraccio. Un bacio sulla fronte. Un biglietto scritto di fretta e lasciato sulla scrivania.
Certe mattine non hanno bisogno di parole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...