Oggi ho imparato che:

– essere donna è faticoso, ma essere uomo e dover accompagnare la propria donna a fare shopping di sabato pomeriggio lo è ancora di più;

– vado matta per le scarpe col tacco altissimo, finché sono sullo scaffale. Ma se le immagino ai miei piedi mi sembrano trappole mortali;

– riesco a camminare sui tacchi, purché non siano troppo alti e abbastanza larghi, ma le scarpe con un tacco non troppo alto mi fanno cagare e mi fanno sentire vecchia;

– ho trovato un sacco di scarpine basse molto carine e per nulla stupide, quindi probabilmente opterò per un modello del genere e punto l’attenzione sugli accessori;

– dopo due ore di scarpe sbagliate e giacche troppo strette, un libro è il miglior acquisto che si possa fare;

– Oxford Street è l’esempio di come uomini e donne vivano in due universi opposti e complementari: lui resta seduto su un divanetto, triste e sconsolato, mentre lei prova l’ennesimo paio di scarpe e lei rimane seduta in un angolino con la faccia da pesce fuor d’acqua mentre lui si mette a giocare al nuovo Madden in esposizione al Virgin (Inutile dire che io mi sono sentita più a mio agio nell’universo maschile. Peccato per la scelta del videogioco…);

– la mia coinquilina parla troppo e il suo ragazzo dev’essere o stupido, o follemente innamorato o disperato per stare con lei;

– camminare per ore fa venire fame.

Annunci

8 pensieri riguardo “Oggi ho imparato che:”

  1. YUps, la Any ha ragione. Lo shopping e’ una roba seria: richiede preparazione mentale E fisica, una dose di acidita’, infinita pazienza, nonchalance, determinazione, e soprattutto: TEMPO e VOGLIA.
    Roz, prometti che PRIMA di sputtanare quella meraviglia che hai comprato con la scarpa sbagliata ci penzi benissimo??? Un abito come quello richiede almeno un po’ di tacco… Le scarpe serie sono serie solo se tu vuoi che lo siano. Senno’ sono scarpe.

    Mi piace

  2. il fraintendimento è: shopping insieme. o ci si sceglie PER la bisogna, o ci si va da soli, eccheccazzo!!! che c’è chi ha varcato la manica solo per trovare qualcuno di perfetto per la bisogna di comprare un top 😛 NON sono cose scontate!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. b.a. grazie per l’offerta. Credo proprio di aver bisogno d’aiuto!

    Andy: per quanto riguarda le scarpe mi sa che ripiegherò su scarpine senza tacco. Mi si addicono di più. Anche perchè sabato ho avuto un semi attacco di panico provando tutte quelle scarpe “serie”. E di certo non è un buon segno…

    R: ottima idea! Io però posso stare nel reparto giochi? 🙂

    Mi piace

  4. “lui resta seduto su un divanetto, triste e sconsolato, mentre lei prova l’ennesimo paio di scarpe e lei rimane seduta in un angolino con la faccia da pesce fuor d’acqua mentre lui si mette a giocare al nuovo Madden in esposizione al Virgin”

    Ho la soluzione… si potrebbe creare un negozio di scarpe e videogiochi… in pratica un parco di divertimento per entrambi i sessi… 😀

    R

    Mi piace

  5. Cara, Oxford street e’ uno dei posti piu’ vicini alla mia idea di paradiso che si possa immaginare… piena di maschi gay e di negozi. Che vuoi di piu’? E vai di tacco assassino, Roz… allenati e buttati nella mischia 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...