Canzone non natalizia

Drink up baby, stay up all night
With the things you could do
You won’t but you might
The potential you’ll be that you’ll never see
The promises you’ll only make
Drink up with me now
And forget all about the pressure of days
Do what I say and I’ll make you okay
And drive them away
The images stuck in your head

The people you’ve been before
That you don’t want around anymore
That push and shove and won’t bend to your will
I’ll keep them still

Drink up baby, look at the stars
I’ll kiss you again between the bars
Where I’m seeing you there with your hands in the air
Waiting to finally be caught
Drink up one more time and I’ll make you mine
Keep you apart, deep in my heart
Separate from the rest, where I like you the best
And keep the things you forgot

The people you’ve been before
That you don’t want around anymore
That push and shove and won’t bend to your will
I’ll keep them still

Bevo un tè verde al gelsomino. L’ultimo tè dell’anno che bevo stando seduta sul mio letto, digitando velocemente sul computer. Domani è il gran giorno, anche se la nebbia sembra minacciare la partenza. Torno in Italia dopo 6 mesi. E come allora non sono troppo eccitata. Preoccupata, più che altro. Sono successe un sacco di cose in questo 2007 ormai alla fine. Ma certe cose non cambiano, purtroppo o per fortuna.
Tra 6 ore uscirò da questa casa farò la solita strada di tutti i giorni, poi prenderò due treni e un aereo. Con la mia valigia piena di regali, pensierosa. Per un po’ finirò in un altro mondo, dove non ci saranno blog o email o msn o blackberry. Mi farà bene mettere piede nel modo “reale”.
Non dico una parola da ieri pomeriggio, da quando ho ringraziato il cassiere del supermercato. Erano circa le 4. Fino a domani mattina alle 6 dubito che avrò modo di parlare. E saranno 38 ore senza emettere un suono. Una quiete necessaria prima di essere forzata nel caos di parole che potrebbe aspettarmi domani. Ma domenica prossima a quest’ora sarò a Barcellona e sarà già tutto finito.

Dedico questa canzone a me, a te che riabbraccerò tra una settimana, a tutti gli uomini – o presunti tali – che quest’anno mi hanno fatto ridere, piangere o incazzare, a chiunque passi di qui per caso, seguendo fuorvianti chiavi di ricerca.

Annunci

2 pensieri riguardo “Canzone non natalizia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...