Mi piacciono i Portishead

Non volevo tornare a casa. Non volevo tornare a questa stanza vuota.
Ma stare fuori a vivere significava mentire.
Mi sono addormentata sul letto sfatto.
La finestra aperta su questa giornata quasi estiva.
Il sole sulle gambe e una musica a cullarmi.
Mi sembra tutto così irreale.
Anche il fatto che sia effettivamente primavera mi sembra irreale.
Ho otto libri sulla cassettiera che aspettano di essere letti.
Alcuni li ho sfogliati, annusati, iniziati. A tutti ho tolto le etichette.
Stacco un post-it dal muro, finisce accartocciato nel cestino. Portatore di una allegra menzogna che mi ha regalato sei giorni.
Lascio che la musica mi scorra addosso, accarezzandomi.
E il profumo della primavera che mi fa sentire meno triste,
ma più sola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...