Reduci

Quando mi sento così penso di non essere fatta per la vita di coppia. O di non essere fatta per le relazioni sociali in generale. Sono nervosa, innavicinabile. Ma allo stesso tempo non riesco a stare sola. O meglio, non riesco a “fare cose” da sola. Me ne starei seduta sul divano a guardare nel vuoto o a fare zapping in tv ripetendomi che voglio uscire, camminare, vedere il mare. Ma da sola non ce la faccio e aspetto. Aspetto, ma a volte i suoi ritmi mi sembrano insostenibili. E io egoisticamente vorrei che rispettasse sempre i miei. La mia settimana scorre in maniera molto diversa dalla sua e la mia gestione del tempo non corrisponde alla sua. Dev’essere difficile stare con me, a volte non ci riesco nemmeno io.

Non riesco a dare un nome a quello che sento, non riesco a capirne le origini, non so trovare una valvola di sfogo. Mi spiace di avere solo risposte avventate da offire, accompagnate da gesti nervosi. Mi spiace di riversare sugli altri quello che mi parte da dentro.

Quando si passano 8 ore al giorno a fare un lavoro che non ci esalta nello spirito e nell’intelletto, è difficile poi essere sereni in un periodo in cui sembra non esserci nulla in grado di stuzzicare l’interesse.

Continuo a non stare bene e non fare nulla per tirarmi su.

È iniziato un nuovo anno e io sono sempre qui a scrivere le stesse cose, consapevole del fatto che non posso cercare me stessa negli altri e che la mia “salvezza” sta qui da qualche parte.

“Drink up baby,
stay up all night”

Annunci

Un pensiero riguardo “Reduci”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...