Jeff Buckley e la magia delle 5:00

Ci sono giornate in cui sopravvivere fino alle 5 sembra impensabile e da quell’ora in poi è una vera e propria sofferenza finché non si arriva a casa.

Ed è qui che entra in gioco Jeff Buckley.

Metto le auricolari.
Seleziono Grace dalla lista di album sull’iPod.
Il mio cielo si sta già rasserenando.
La prima è sempre Hallelujah.
Lui inizia a cantare ed io inizio a sorridere.

E continuo così, canzone dopo canzone. Sorrido e canticchio, mentre alzo il volume e mi isolo, teminando gli ultimi lavori della giornata e preparando quelli per l’indomani. Intanto guardo le facce dei colleghi, tristi, scocciati perché sono ancora seduti alla scrivania e tutto sembra andare storto negli utlimi minuti.  Io invece sorrido e sono altrove. Riesco perfino a lavorare meglio in quell’ultima ora.

Sono, finalmente, serena.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...