I feel you

Si spengono le luci. Migliaia di voci gridano. Delle ombre si muovono sul palco. Le prime note. I battiti del cuore a ritmo con la musica. Le luci si accendono e i battiti aumentano per l’emozione.

È il mio primo concerto dei Depeche Mode.

Mi aspettano due ore di ottima musica, in uno spettacolo coinvolgente ed emozionante. Nuove canzoni si alternano alle vecchie che non hanno perso intensità e che con gli anni si sono arrichite di significati e di ricordi. Una musica che ha saputo crescere ed evolversi nell’arco di 28 anni. (Il primo album è dell’81, l’anno in cui sono nata io!) Nella voce di Dave non si notano gli anni, le brutte avventure, le fatiche, e non ci si sofferma sui segni del viso. Non c’è tempo per queste analisi. È incredibilmente affascinante e sexy e la sua voce è così emozionante che mi chiedo perché ho aspettato tutti questi anni per assistere ad un loro concerto.

A tratti mi sento sola. Ad alcune persone bastano pochi secondi per riconoscere una canzone, ad altri un po’ di più e quando tutti ormai cantano, io ancora sto cercando di capire di che canzone si tratta. Non sono una degli storici appassionati del gruppo, per me i Depeche Mode sono principalmente Enjoy the Silence, Personal Jesus e Walking in My Shoes e quando iniziano queste canzoni sorrido e mi commuovo. Le vivo come un regalo tanto atteso. Dave mi ipnotizza con le sue movenze e mi sento come se lui fosse lì solo per me, come se venisse da me camminando su quella passerella. Per due volte scende dal palco e Martin si gode le sue meritate parentesi da protagonista, al centro del palco, con qualche luce, la sua voce soffice. Tornato sul palco, Dave gli rende omaggio provocando un’ovazione generale, poi libera di nuovo la sua energia e si torna a ballare.

Quando la musica finisce, con una bellissima versione di Personal Jesus, vorrei abbracciarli, ringraziarli personalmente per la splendida serata. Salutano, ringraziano facendo un inchino.

Il palco è nuovamente al buio ed è ora di andare.

Da venerdì sera mi sono trovata più volte a sorridere pensando al concerto… e a Dave… I feel you

Depeche Mode – Palau Sant Jordi – Barcelona – 20 novembre 2009:

In Chains
Wrong
Hole To Feed
Walking In My Shoes
A Question Of
Time
Precious
World In My Eyes
Fly On The Windscreen
Jezebel
Home
Miles Away / The Truth Is
Policy Of Truth
It’s No Good
In Your Room
I Feel You
Enjoy The Silence
Never Let Me Down Again
One Caress
Stripped
Behind The Wheel
Personal Jesus


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...