Stanca ma soddisfatta

Intense giornate di studio e di turismo. Mi piace molto tornare a studiare, dover andare a scuola tutti i giorni. Mi sento giovane e mi sento al posto giusto. È ovvio che non è niente male avere una casa senza dover sostenerne i costi e poter studiare anziché lavorare e passare il tempo libero alla scoperta della città. Il corso è molto impegnativo e sto passando molto tempo sui libri anche nel pomeriggio/sera. Ma non mi sto negando i giri turistici o le uscite con gli amici. Martedì pomeriggio sono andata al Skogkyrkogården e poi allo Stockholms Stadsmuseum. Il cimitero è assolutamente impressionante, al punto che mi ha preso male e sono dovuta quasi correre via. È immenso, un’intera foresta con una collina all’ingresso e tutte le tombe disposte tra gli alberi attorno.

Il centro informazioni si trova al centro e per raggiungerlo uno deve camminare almeno 15 minuti nella foresta. La struttura del centro ricorda quella di un rifugio di montagna, con gli interni in legno, ma la pianta è particolare: sono 4 casette unite da dei corridoi illuminati da ampli lucernari. Le “casette” sono una via di mezzo tra delle capanne e delle tende indiane, con il tetto a cono. Dopo aver raccolto del materiale informativo mi sono diretta verso la tomba di Greta Garbo, ma c’era un funerale proprio in quel settore del cimitero e non me la sono sentita di andare a fare la turista, mentre c’era gente soffrendo per la perdita di un famliare.
L’atmosfera era surreale, anche per la pioggia che mi ha sorpreso proprio nel bel mezzo della foresta. È stata un’esperienza molto profonda, ma non ci tornerei da sola.
Ho cercato di ritornare in me dirigendomi al museo, un ambiente in cui mi sarei sentita più a mio agio. Sono scesa dalla metropolitana a Slussen e ho preso l’uscita sbagliata: Slussen terminal. E mi sono trovata all’inferno: vari livelli di strade, ferrovie, treni, veicoli, smog, buio, da cui non riuscivo ad uscire, sono quindi rientrata in metropolitana per poter imboccare la meglio conosciuta uscita di Götgatan. Il museo in sé è stato un po’ una delusione, del resto era grtuito, ma ho apprezzato molto il momento “fika” nel cortile del museo. Mi sto dedicando allo sport nazionale, come si può vedere nella foto:

Ieri pomerigigo ho cercato di studiare, ma ero stanchissima, così mi sono concessa una siesta. Sono poi uscita con la collega italiana che mi ha portato a passeggiare sul lungo mare di Södermalm e poi a cena in un ristorante molto carino: Hermans.
È stata una serata molto piacevole, per il cibo, la magnifica vista e la compagnia. Mi trovo bene in compagnia di questa nuova amica e passiamo ore a paralre di relazioni, iniziate, finite, sognate e di progetti futuri che probablimente non realizzeremo.
Tramonto 2001-07-13Oggi ancora a scuola, poi pomerrigo a studiare e prima esperienza con la Tvättstuga (il locale lavanderia). Serata in casa guardando in tv il concerto per il compleanno della Kronprincessa Victoria. Grattis!

Il cielo di stasera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...