Come una fotografia

Camminavano tenendosi per mano. Lei sorrideva con lo sguardo dolce e surreale da bambina. Lui fischiettava e camminava con passo sereno, quasi saltellando. Di sicuro non sentivano questo vento freddo che ti taglia la faccia. Non c’erano nuvole davanti ai loro occhi. 

Erano belli. Di una bellezza estranea a canoni di perfezione. Erano veri. Erano innamorati. 

Sotto un cielo grigio sono riuscita a sorridere anch’io. Non ho nessuno a cui dare la mano ma so cosa stanno sentendo. L’ho sentito anch’io. Quella sensazione che ferma il tempo, esplode dentro, ti rapisce, ti intontisce, ti fa sentire così leggero da essere in grado di volare. E quando sei lassù non pensi allo schianto dell’atterraggio che ti attende, perché ciò che conta è l’emozione del volo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...